Consulenza aziendale, societaria e tributaria

Leaders, attraverso i propri consulenti e professionisti, fornisce assistenza e consulenza societaria, aziendale e tributaria.

Consulenza societaria

Il servizio si articola in diversi aspetti: costituzione di società con valutazione della forma giuridica più adatta (società di capitali, società di persone…), assistenza in fase di start-up e nella gestione ordinaria, consulenza in materia di adempimenti societari e gestione di rapporti tra i soci, operazioni sul capitale, analisi e progettazione riassetti societari e di gruppo, operazioni straordinarie di ristrutturazione aziendale, cessione di quote, assistenza in fase di ricambio generazionale.

In ogni fase di vita l’azienda necessita di consulenza societaria.

  • Cessione, conferimento, scorporo, fusione, trasformazione
  • Progettazione e gestione dei processi di merger & acquisition
  • Assistenza nelle fasi di ricambio generazionale
  • LBO e MBO
  • Fusione, scissione e scambio di partecipazioni
  • Pubblicità presso organi preposti (Registro Imprese…)
  • Quotazioni in borsa

giuseppeallievi

Dott. Giuseppe Allevi – dottore commercialista

Tel. 035 3833131

Mobile : 335 5681716

E-Mail : allevi@leaders.it

 

Consulenza tributaria

La Dott.ssa Simonetta Mangili è specializzata in consulenza tributaria e contenzioso, e si avvale della consulenza di avvocati civili e penali, anch’essi specializzati nella medesima materia. Nel fornire consulenza tributaria ed assistenza in qualsiasi ambito della normativa, si valuta l’impatto fiscale delle politiche aziendali, quali gli investimenti, le assunzioni di personale, le collaborazioni esterne, il ricorso all’indebitamento o al capitale di rischio…

Si individuano, tra varie possibili alternative, le migliori da attuare per ottenere, nell’ambito degli obiettivi individuati, la minimizzazione del carico fiscale. Si elaborano strategie di pianificazione fiscale nazionale ed internazionale, funzionali alle politiche di sviluppo aziendale. Si garantisce inoltre la necessaria rappresentanza ed assistenza tecnica in sede di contenzioso tributario.

  • Consulenza tributaria e fiscale;
  • Predisposizione di dichiarazioni fiscali;
  • Assistenza nelle verifiche fiscali;
  • Assistenza e difesa nelle controversie tributarie;
  • Studio delle situazioni aziendali ed elaborazione di idonei tax planning.

Simonetta-Mangili

Dott.ssa Simonetta Mangili – dottore commercialista

Tel. 035 3833140

E-Mail : mangili@leaders.it

 

 

LIQUIDAZIONE SRL: PROCEDURA SEMPLIFICATA SENZA NOTAIO

Con la nota del 19/05/2015 protocollo n. 0094215 il Ministero dello Sviluppo Economico ha “certificato” la possibilità di liquidare una SRL, o una SRL semplificata, senza l’intervento notarile. Lo scioglimento della società a responsabilità limitata è disciplinato dagli artt. 2484-2496 del codice civile. L’art. 2484, in particolar modo, prevede le cause di scioglimento previste per le SRL.

Nel caso in cui lo scioglimento anticipato avvenga per le cause previste dall’art.2484 cc, numero da 1 a 5 del primo comma, ovvero in tutti i casi che non rappresentano la volontà dei soci di modificare l’atto costitutivo, si può ricorrere alla procedura semplificata: sono gli amministratori che accertano la cause di scioglimento anticipato con apposita dichiarazione da iscrivere al Registro delle Imprese competente.

La procedura semplificata prevede che l’organo amministrativo, accertata la causa di scioglimento, depositi la constatazione al Registro delle Imprese e convochi l’assemblea per la nomina dei liquidatori. Con il verbale di nomina dei liquidatori si apre il procedimento di liquidazione affidato ai liquidatori i quali si sostituiscono all’organo amministrativo e depositano le loro nomine al Registro delle Imprese.

In sintesi le fasi operative sono:

  1. accertamento da parte degli amministratori di una delle cause di scioglimento previste dall’art. 2484 codice civile, dai numeri 1 a 5 del primo comma;
  2. convocazione dell’assemblea dei soci;
  3. deliberazione dell’assemblea dei soci, che prende atto della causa di scioglimento e nomina il/i liquidatore/i;
  4. approvazione del Bilancio finale di liquidazione e istanza di cancellazione dal Registro delle Imprese.

 

CESSIONE QUOTE SRL

Nelle società a responsabilità limitata i trasferimenti delle quote vengono cedute mediante un vero e proprio atto di cessione, sottoscritto dal venditore (il socio uscente – in tutto o in parte) e dall’acquirente (il socio entrante). L’introduzione dell’art. 36, comma 1 bis, della Legge 133/2008 ha stabilito che anche i dottori Commercialisti sono legittimati a seguire l’operazione di cessione d quote sociali di srl, per atto tra vivi e a titolo oneroso. Si rende necessaria la seguente documentazione.

Soggetti privati:

  • documento d’identità valido (se in regime di comunione di beni anche quello del coniuge)
  • codice fiscale
  • certificato di stato civile
  • certificato regime patrimoniale
  • smart card

Società:

  • visura camerale aggiornata da cui risultino gli organi in carica
  • statuto vigente/patti sociali attuali
  • documento d’identità valido dell’amministratore

Oltre a quanto sopra, sono necessari anche i seguenti documenti relativi alla società della quale è ceduta la quota:

  • visura camerale aggiornata del Registro delle Imprese
  • statuto vigente della società / patti sociali attuali
  • eventuale dichiarazione di rinuncia alla prelazione da parte degli altri soci

Il Commercialista, dopo aver effettuato le verifiche necessarie, procederà con la redazione dell’atto di cessione in videoscrittura e si procederà alla sua sottoscrizione digitale e all’apposizione della marca temporale. Successivamente si procederà alla predisposizione della pratica per la registrazione dell’atto; una volta ottenuta la ricevuta di avvenuta registrazione si procederà alla predisposizione della pratica per l’iscrizione dell’atto nel Registro delle Imprese.

 

Consulenza aziendale e strategica

Prima di qualsiasi intervento di consulenza aziendale, è necessario avere coscienza sia del business che dell’imprenditore che intende realizzando. Per un buon business occorrono tre elementi: idee, denaro e organizzazione. Il primo passo consiste nella diagnosi della situazione, ossia nella verifica delle condizioni presenti, per poi passare al reperimento di quelle mancanti. A titolo esemplificativo:

 

Partendo dall’analisi degli elementi interni ed esterni dell’azienda forniamo lo strumento di consulenza aziendale in grado di:

  • Revisionare la mission aziendale
  • Fornire la migliore strategia per realizzare tale mission

> VISIONA LA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO

Iter metodologico

  • Analisi delle evoluzioni congiunturali e strutturali dell’ambiente esterno
  • Identificazione dei punti di forza e debolezza dell’impresa
  • Individuazione della possibilità di differenziazione dell’offerta rispetto alla concorrenza
  • Sfruttamento ed organizzazione delle risorse disponibili (organigramma)
  • Assunzione di decisioni aziendali tempestive, riducendo rischi ed incertezze

Processi aziendali ovvero il “come” si lavora ogni giorno determina l’efficienza. Trovare il migliore coordinamento tra i vari processi porta chiarezza di azione ed efficacia. Migliorare un processo significa coinvolgere e responsabilizzare le persone con l’obiettivo di “mettere a punto il motore” aziendale per reagire alle necessità del mercato.

Supporto ai clienti per:

  • Individuare aree di inefficienza
  • Comprendere le ragioni (tecniche, relazionali)
  • Migliorare i relativi processi
  • Introdurre indicatori di performances
  • Coinvolgere e responsabilizzare le persone

 giuseppeallievi

Dott. Giuseppe Allevi – consulenza strategica

Tel. 035 3833131

Mobile : 335 5681716

E-Mail : allevi@leaders.it 

 

PER APPROFONDIRE

Le guide alla valutazione e alla redazione del piano industriale predisposte da Borsa Italiana sono documenti che riteniamo utile segnalare a chi voglia approfondire l’argomento in quanto rivolte agli imprenditori e alle società coinvolte nella valutazione d’azienda, anche in vista di una possibile quotazione.

La Redazione del Piano industriale

Guida al piano industriale

Guida alla valutazione

 

 

Consulenza legale

Giuslavoristi1

Avv. Federico Gelmini

Iscritto all’albo degli avvocati di Bergamo, fornisce la propria assistenza in tutti gli aspetti del diritto del lavoro, con una particolare specializzazione nella gestione del contenzioso giuslavoristico, nella redazione di contratti di assunzione, nella gestione dei licenziamenti, in riduzioni del personale e trattative sindacali. E’ cultore di diritto del lavoro e diritto sindacale presso la facoltà di giurisprudenza dell’Università di Bergamo, con la quale collabora dal 2006

Tel. 035 217381

E-Mail : federico@studiolegalegelmini.it

 


team_25

Avv. Laura Gazzi – diritto del lavoro

 Controversie tra datori di lavoro e INPS o INAIL in merito a inquadramenti contributivi, avvalimento di agevolazioni e benefici contributivi e più in generale controversie sulla debenza di contributi.

Controversie tra datori di lavoro e lavoratori riguardo al corretto versamento dei contributi.

Tel. 02 715026

E-Mail : avv.gazzi@tiscali.it

 


 Avv.-Antonio-Peschiulli

Avv. Antonio Peschiulli – diritto civile

Mobile : 335 5697941

E-Mail : antoniopeschiulli@gmail.com

 

 

 

Consulenza fiduciaria

Il servizio di consulenza fiduciaria si articola in:

  • Assumere l’amministrazione di patrimoni in genere, di fondi di liquidazione e di casse di previdenza del personale
  • Assumere incarichi di esecuzioni testamentarie e di divisioni ereditarie
  • Rendersi intestataria fiduciaria di titoli e valori anche per conto di gestioni consortili
  • Custodire ed amministrare per conto dei propri fiducianti titoli, valori ed altri beni mobili
  • Custodire in pegno titoli e valori per conto terzi
  • Svolgere qualsiasi operazione mobiliare e immobiliare per conto terzi (escluse la gestione e la liquidazione di aziende commerciali ed industriali)
  • Assunzione dell’amministrazione dei beni per conto di terzi
  • Rappresentanza dei portatori di azioni ed obbligazioni

 Il ricorso ad una società fiduciaria serve a garantire un’effettiva separazione ed autonomia dei patrimoni tra business o soggetti differenti, ad evitare aggressioni temerarie e non dovute.

Circolari di approfondimento:

L’avvocato può fare il Presidente del CdA di una società commerciale se non ha poteri operativi

La responsabilità dei soci e degli amministratori dopo la cancellazione della società